Blog

Bridge to Digital 2024: contributi fino al 60% per la digitalizzazione delle imprese umbre

Data: 12 Giugno 2024
Rubrica: Finanza Agevolata & Bandi Pubblici
Il bando BRIDGE TO DIGITAL, un’opportunità unica per la digitalizzazione del settore del commercio: tutti i dettagli

Il 10 giugno Azione Digital ha partecipato ad un importante incontro organizzato dalla Confcommercio a Foligno, presso il Digipass Foligno, dal titolo “Digitale, rinnovo, energia.

L’evento ha rappresentato un punto di svolta per le imprese umbre, in particolare per quelle del settore del commercio, presentando nuove opportunità di finanziamento per la digitalizzazione attraverso fondi europei e regionali.


I prossimi bandi per la digitalizzazione

La giornata ha introdotto i prossimi bandi per la digitalizzazione, che offriranno contributi a fondo perduto fino al 60%, una novità assoluta per il settore commerciale. Finora tali opportunità di finanziamento erano prevalentemente riservate ai settori agricolo e industriale, che hanno beneficiato di aiuti pubblici simili per anni.

Questo cambiamento rappresenta una possibilità molto significativa per le imprese commerciali di aggiornarsi e migliorare la propria competitività nel mercato digitale. Andiamo ad analizzarli nel dettaglio.

Il bando BRIDGE TO DIGITAL 2024

Il bando principale presentato è il “BRIDGE TO DIGITAL 2024”, che sarà operativo da settembre 2024 e rimarrà aperto per circa due mesi. Prevede contributi a fondo perduto fino al 60% degli investimenti ammissibili, con un range che varia da 5.000 a 30.000 euro. Le imprese del settore commerciale, così come altri codici Ateco specificati nel bando, potranno beneficiare di questi fondi.

Le caratteristiche del bando BRIDGE TO DIGITAL 2024

l bando “BRIDGE TO DIGITAL 2024” mira a sostenere le seguenti tipologie di spese ammissibili:

  • Piattaforme B2C, e-commerce e delivery: per migliorare la presenza online e le capacità di vendita diretta ai consumatori.
  • Realizzazione o adeguamento del sito internet: per garantire che le aziende abbiano un sito web moderno e funzionale.
  • Piattaforme virtuali per l’export: per facilitare l’accesso ai mercati internazionali.
  • Sistemi di digital payment e digital finance: per integrare soluzioni di pagamento digitale sicure e efficienti.
  • Sistemi di sicurezza: per proteggere i dati e le operazioni digitali delle imprese.
  • Piattaforme B2B e di gestione della rete di vendita: per migliorare la gestione dei rapporti con i partner commerciali.
  • Archiviazione dei dati (anche nel cloud): per garantire una gestione sicura e accessibile dei dati aziendali.
  • Showroom digitali e vetrine digitali: per innovare la presentazione dei prodotti.
  • Cybersecurity: per proteggere le infrastrutture digitali dalle minacce informatiche.
  • Digital Marketing: per migliorare la promozione online.
  • Innovazione di prodotto, processo e servizio: per sviluppare nuove soluzioni innovative.
  • CRM, ERP, etc.: per implementare sistemi di gestione aziendale avanzati

Inoltre gli investimenti in consulenza, software, cloud e hardware (anche gli abbonamenti!) sono inclusi nelle spese ammissibili. Un altro aspetto importante è l’ammissibilità del Digital Assessment tramite i Digital Innovation Hub (DIH), finanziabili al 100% con un valore pari a 1.000 euro.

Il bando ha una dotazione di 1,5 milioni di euro e prevede una procedura valutativa a graduatoria, evitando il metodo del “click day” per garantire una distribuzione più equa delle risorse. Questa modalità mira a diversificare l’approccio rispetto all’ipotesi del bando “Rinnova 2024”.

Per quanto riguarda le tempistiche, sarà operativo tra settembre e ottobre 2024, in considerazione del bando “Rinnova 2024” che seguirà per evitare possibili sovrapposizioni. Questa pianificazione è stata fatta per garantire che le imprese possano prepararsi adeguatamente e presentare le loro domande con tutte le informazioni necessarie.

Altri bandi e agevolazioni

Oltre al bando “BRIDGE TO DIGITAL 2024” sono stati presentati altri bandi di prossima pubblicazione per l’estate/autunno 2024:

  • Rinnova 2024: relativo al rinnovamento e all’efficientamento energetico dei locali commerciali.
  • Riqualificazione turismo: destinato al settore turistico.
  • Avvisi Gal: bandi specifici per lo sviluppo rurale
  • Nuovo autoimpiego: incentivi per la creazione di nuove imprese.

Inoltre sono state annunciate agevolazioni per l’assunzione di dipendenti, tra cui bonus giovani under 35, bonus donne svantaggiate e bonus giovani imprenditori.

L’incontro di Foligno rappresenta dunque una rivoluzione per le imprese umbre, aprendo nuove opportunità di digitalizzazione e modernizzazione con il supporto di fondi europei e regionali. Il bando “BRIDGE TO DIGITAL 2024” è particolarmente promettente, offrendo contributi significativi a fondo perduto per sostenere gli investimenti digitali. Un’opportunità in più per tutti quei clienti che vogliono investire in Umbria e che potranno rivolgersi ad Azione Digital in quanto fornitore di servizi e azienda esperta in queste iniziative.

Bridge to Digital 2024: contributi fino al 60% per la digitalizzazione delle imprese umbre
Rebecca Manzi
Laureata in Scienze della Comunicazione, dal 2016 si occupa di redazione di articoli in ambito digitale e non solo. Dopo una parentesi nella carta stampata, nel 2021 l'incontro con l'editoria online: è amore a prima vista.
Questo sito può fare uso di cookies per migliorare la tua esperienza utente.
Usandolo accetti la Privacy Policy
×